Piacere, sono Aurelio!

Piacere mi presento: sono Aurelio il batterioPresenza costante ma poco edificante del tuo corpo da gigante.

Non c’è modo di agire

Perché io possa partire

Liberandoti da un fardello

Che cagiona gran macello!

Dei batteri miei colleghi 

Sono forse il più scocciante,

nauseabondo, persistente, 

Certamente il più fetente!

Quando all’alba già ti desti

E veloce ti rivesti

Stai attento, non parlare

Perché è lì che posso agire!

Aglio, cozze o peperoni

Non c’è modo di arginarmi

Non ci sono soluzioni

Sei costretto a sopportarmi.

Ecco allora che mi chiedo,

Se hai capito ormai chi sono,

Come possa tu al diniego

Non concedergli il perdono!

Perché cara mia mogliera,

Che al mattino vuoi un bel bacio,

Non puoi certo esser nera

Se poi l’alito è di cacio!

Quindi a tutti gli sposini,

Con quei baci mattutini,

Aspettate un momentino

Che si usi spazzolino!

Perché io che sono Aurelio

E di fatto son batterio

Della bocca so padrone 

Dovete farvene ragione!

– Sottotitolo: il mattina ha loro (i batteri) in bocca! –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...