Finalmente è domenica!

Domenica: Il giorno del riposo!

Dopo una settimana di lavoro, stress, accompagnamento figli in ogni dove e rotture, rotture, rotture…finalmente ci si può rilassare!

Fermarsi e godere dei propri spazi, del proprio tempo, delle proprie passioni!

Dico bene o dico giusto?!?

E invece no!

…No, no e no!

La domenica mi dovete rimanere concentrati!

La domenica mi dovete tenere le sinapsi attive!

Altrimenti sono costretto a dover andare in giro col carro armato!

Perché la domenica, alla guida, vi rilassate troppo!

Voi credete che la domenica si possa guidare con la tecnica fallocentrica ma non è così!

Vi giuro, credetemi: l’ho chiesto anche ad un vigile urbano e mi ha confermato che anche la domenica vale lo stesso codice della strada che si adopera durante la settimana!

Strabiliante, eh?!?…da non crederci!

Eppure è così!

Quindi tu nonnino che occupi la carreggiata al centro perfetto (che secondo me prima di guidare esci con il metro per misurare la distanza precisa dal bordo della strada) anche la domenica devi stare a destra, nella tua bella corsia di marcia!

E tu, signora che con una mano controlli i like su Facebook e con l’altra ti sistemi lo specchietto, ti prego di credermi quando ti dico che anche la domenica devi tenere quelle fottute mani sul volante!

Ed infine, giovane virgulto di una società industriale evoluta, che durante la settimana magari ti spacchi la schiena in fabbrica e che con il tuo sudore contribuisci a tenere alto il PIL e che hai dato fondo a tutti i tuoi risparmi e a quelli di tua nonna (poverina che neanche lo sà!) per comprarti la macchina nuova, la domenica come esattamente durante gli altri giorni della settimana, devi evitare di guidare a 7,5 km orari sul lungomare con il finestrino abbassato e la mano che penzola, la musica a palla e le luci a led accese che sembra Natale perché altrimenti mi dimentico che bisogna essere rilassati, calmi e riposati e ti sparo contro una sinfonia di musica da strada, per clacson e insulti, eseguita in incazzo maggiore.

Testo e musica di Cialtrone.

(Sottotitolo: dirige l’orchestra il maestro Peppe Vessicchio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...