carnevale: festa da bollino rosso!

Quello appena trascorso è stato per me il primo weekend di carnevale: è iniziato, cioè, quel rompimento di scatole in cui giovani e meno giovani si sentono in diritto di vestirsi come deficienti gettandoti in bocca manciate di coriandoli colorati.

Da questa breve ma compita introduzione avrete certamente capito quanto io ami questa festa chiassosa e utile come un programma tv della Venier che varrebbe la pena festeggiare solo per le “chiacchiere” e la lasagna.

Ed invece, non solo mi tocca sorbirmi trombette e confusione fino a tarda notte ma devo anche assecondare gli inviti alle feste di amici, “rigorosamente in maschera”.

“Rigorosamente in maschera” significa, per chi non lo sapesse, che i bambini si vestono da grandi, gli adulti maschi da donne e le adulte femmine da femmine ma un po’ più audaci… quell’ “un po’” varia a seconda del grado di audacia precedente la festa il che significa che se già una è, come dire, una donna allegra probabilmente si vestirà da donna ancora più allegra… insomma: minchia che ridere!

Sabato sera, dicevo, ho inaugurato la stagione carnevalesca con una festa. In verità, stavolta, c’è stato ben poco di eclatante perché trattasi proprio di festicciola in famiglia, più per i bambini che per gli adulti.

Il problema è stato quando mi è stato chiesto di mettere un po’ di musica per far ballare i bambini:

«Cialtrone, ci pensi tu a mettere la musica per far ballare i marmocchi?»

Certo!

Mi collego alla Smart-tv e da vero deejay mi preparo a far ballare poliziotti, principi e fatine.

Ma proprio sul più bello, mi sorge un dubbio: che musica ascolteranno gli imberbi fanciulli?

Eureka!

Seleziono su YouTube “musica di carnevale” e vado tranquillo a strafogarmi di pizzette, convinto di aver risolto quando…

«Cialtró – mi urla la padrona di casa, mamma di un piccolo pompiere – ma che hai combinato?!?»

«Ho messo la musica sulla tv del salotto, me l’ha detto tuo marito… perché?!»

«Perché?!? Perché se vieni di là vedrai culi e tette che si agitano al carnevale di Rio! Ma ti sembra il caso?!?»

«Minchia, grazie! Tu si che sei un’amica: ed io che stavo per perdermi la parte migliore della festa!»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...