Domeniche italiane

Da nord a sud, la domenica unisce l’intero stivale e non me ne vogliano gli amici che lavorano anche nei giorni festivi, che sicuramente sono una gran fetta, ma la domenica è fatta per riposare, dedicarsi alla famiglia e mangiare!

Ma andiamo per ordine.

Innanzitutto, la vera domenica italiana vuole che ci si svegli tardi.

Se siete di quelli con l’invecchiamento precoce e che, nonostante non abbiano impegni, si alzano dal letto quando ancora il gallo dorme e la “… luna è una palla ed il cielo un biliardo…”, sappiate che le soluzioni sono due: o rimanete immobili sul materasso come mummie o scegliete di andare a Sant’Elena (che vista anche la vicinanza temporale col 5 maggio mi sembra la sorte a voi più adatta!)

Poi la domenica si sta in famiglia… e le donne che già stanno saltando dalla sedia, col dito indice a mezz’aria e l’espressione torva di chi sta pensando «Ora glielo faccio leggere a mio marito quello che scrive Cialtrone.» bè posate il telefono e rimettete il dito nel naso perché andare allo stadio con il primogenito maschio, mollando la famiglia intorno al tavolo, è stato considerato dalla Cassazione “domenica in famiglia”… basta che la cotoletta sia stata addentata per almeno il 45% della sua superficie (al netto del grassetto.)

Ultimo, ma forse più importante punto, è che nella vera domenica italiana si deve mangiare diversamente (e specificherei “di più”) dei giorni normali, soprattutto: ci deve stare il dolce!

La buonanima di mio padre li chiamava “i dolcini” e non mancavano mai.

Si andava a comprarli in pasticcerie che per il resto della settimana vedevi vuote se non proprio chiuse e che nel giorno della domenica risorgevano come nostro signore del bignè!

Seppur venduta teoricamente a peso, la pasticceria mignon, si compra “a persona”. Tu, cioè, non vai dal pasticciere e dici «vorrei un chilo di mignon.» no! Tu vai dal pasticciere e dici: «…siamo 4» e lui, in base a formule segretissime, tramandate da pasticciere in pasticciere, già sa e ti trasforma quella che sarebbe un normale giorno della settimana, nella celeberrima “domenica bestiale”!

#sottotitolo – mignon, dessert, dolcini: basta che se magna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...