Macchina pulita, lavoro garantito.

Lavare la macchina divide il mondo in due, come Mosè divise il mar Rosso: da un lato, quelli che sotto quelle acque ci laverebbero anche le macchinine del figlio imberbe e dall’altro chi preferirebbe morire tagliato a fette sottili dal Faraone piuttosto che approcciarsi agli spazzoloni rotanti degli autolavaggio!

E senza paura di sentirmi maschilista o qualunquista o lavaggista, posso tranquillamente affermare che nella seconda categoria la fanno da padrona le donne, tantissime donne… e poi io!

Ebbene sì, in questo pippone a base di spugna e cera mi ci infilo anche io, io che lavare l’auto è come andare a messa: due volte l’anno!

Contrariamente a tutte le altre mie innumerevoli mancanze, alle quali sopperisce mia moglie, in questo caso o provvedo io o la morte… e siccome alla vita ci tengo, il risultato è avere l’interno del mezzo a quattro ruote come il prato della reggia di Caserta a fine Pasquetta: carte, fazzoletti, caramelle e poi briciole, briciole in quantità pari solo alla segatura nella bottega di Geppetto dopo che ebbe finito di fabbricarsi Pinicchio!

Quelle rarissime volte in cui capita di lavarla, quindi, mi vergogno talmente tanto che lascio l’auto in fila e mi sposto distante ad aspettare: gli omini puliscono tutto, imprecano, io pago, lascio una lauta mancia e vado via.

Ieri invece…

Nascosto dietro al giornale, attendevo il mio turno quando, ad un certo punto, si avvicina uno di questi che lavora lì:

«Il panettiere?»

Silenzio…

«Scusate, il signore del panificio?»

Rapido sguardo con gli altri avventori ed alzata di spalle.

Il tipo però insiste «Avete visto dov’è andato il proprietario della macchina blu, quello che fa il panettiere!?»

A quel punto mi sorge un dubbio:

«Scusa – dico io – ma per caso parli della Ford?»

Lui mi guarda e annuendo mi fa:

«Si, la Mondeo: la macchina che fa le consegne del pane…»

Ma non ho avuto il coraggio di dirgli che la macchina si era la mia, che però non faccio il panettiere e che le briciole all’interno non erano frutto delle consegne in giro per i panifici di Catania bensì di mesi e mesi di matto, disperatissimo e banalissimo utilizzo!

#sottotitolo: AAA Cercasi vettura usata, preferibilmente autopulente!

Annunci

Un pensiero riguardo “Macchina pulita, lavoro garantito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...